Materie Scolastiche

    Materiale e informazioni su qualsiasi materia scolastica

    Visualizza gli articoli con tag medioevo

    Riassunto sul Medioevo (Alto Medioevo e Basso Medioevo) – Cos’è il Medioevo –  Il Medioevo (o età di mezzo) indicava il periodo di tempo tra l’età classica e l’età nuova e inizia nel 476  D. P. quando avvenne la fine dell’Impero Romano d’Oriente e d’Occidente.

    Oggi il Medioevo si divide in Alto Medioevo con crisi e instabilità dove svolge un importante ruolo la chiesa ponendo Dio al centro del mondo e in Basso Medioevo con una ripresa culturale ed economica. Nel periodo dell’Alto Medioevo emergono il cristianesimo e il germanesimo da cui nascono nascono nuove mentalità politiche.

    Nella Notte di Natale Carlo venne incoronato imperatore del papa Leone III e nascerà il Sacro Romano Impero che nell’idea di Carlo doveva continuare l’Impero

    Venne recuperata l’antica cultura classica e il recupero dei classici latini. La rinascita carolingia assicurò la trasmissione di testi fondamentali del patrimonio classico.

    A questa rinascita seguì la rinascita ottomana dove Ottone III riporta la capitale dell’Impero a Roma.

    Nel Basso Medioevo nascono invece le letterature volgari, i Comuni e un’economia dinamica.

    Tra l’8° e il 9° secolo prende importanza l feudalesimo che si fondava sulla fedeltà assoluta ed un capo a costo della propria vita.

    I punti di questa fedeltà erano 3: il beneficio, il vassallaggio e l’immunità. Il vassallo a volta poteva dare a uomini fidati il suo erreno. Anche la chiesa ebbe un ruolo importante. Nel Medioevo ricostruendo un’unità culturale e religiosa dove i vescovi si sostituiscono ai magistrati e imperatori portando ad esempio con il diritto di asilo che non faceva entrare le armi nelle chiese. La cultura medievale è cultura teocentrica, cioè tutto ruota intorno a Dio e il mondo è un libro scritto da Dio e si pensava che ogni oggetto non sono solo ciò che appaiono, ma sono collegati all’invisibile a Dio. Nel mondo medievale si dava molto spazio alla fantasia e all’immaginazione dando ad ogni oggetto un simbolo, esempio: il leone è simbolo di violenza. Due sono i concetti fondamentali; quello del peccato originale dove l’uomo è allontanato dal suo creatore senza però che Dio lo abbandoni; l’altro è la redenzione on l’incarnazione di Cristo; importante anche la differenza tra la città di Dio e quella dell’uomo.

    La città terrena è la figlia dell’amore, mentre la città celeste è invece figlia dell’amore di Dio.

    Ci fu un impoverimento scolastico anche se ci furono 2 grandi persone cultuali. Boesio al quale si deve il salvataggio di una parte della cultura greca e Cassiodro che scrisse un manuale di ortografia. Alla fine del VI secolo le sedi degli studi erano i monasteri e i centri episcopali (dove si studiava). Gli studi erano gestiti dai chierici, cioè il clero che conoscevano il latino e lo sapevano scrivere.

    Nei primi secoli c’era un attrito tra cristiani e pagano e Agostino rivolse il problema con il sacro furto, cioè i cristiani potevano rubare ai pagani quello che serviva alla fede. I padri della chiesa si avvicinarono ai testi classici tramite il metodo allegorico, cioè dire una cosa per farne capire un’altra. E’ questa la civiltà del libero e del commento. Nascono le università; importante è quella di Parigi dove i professori non sempre appartenenti alla chiesa sono spinti da interesse intellettuale e non religioso.

    Riassunto fatto da Patrizio Masini (Webmaster).

    Nozione di AUCTORITAS – Nel Medioevo vengono stabilite alcune autorità, cioè alcuni studiosi come Aristotele.