Materie Scolastiche

    Materiale e informazioni su qualsiasi materia scolastica

    Visualizza gli articoli con tag i cicli produttivi

    I cicli produttivi aziendali – Cosa sono i cicli produttivi aziendali e quali sono produttivi aziendali

    I cicli produttivi aziendali sono: il ciclo tecnico, il ciclo economico, il ciclo finanziario e il ciclo monetario.

    Il ciclo tecnico inizia con la combinazione dei fattori produttivi per avviare il processo di trasformazione fisica o economica e si conclude con l’ottenimento dei prodotti o con la prestazione dei servizi.

    Il ciclo tecnico può essere di breve, media o lunga durata a seconda dell’attività che viene svolta.

    Il ciclo economico inizia con il sostenimento dei costi di acquisto, quando con le operazioni di investimento e i mezzi finanziari si trasformano in fattori produttivi. Il ciclo economico termina con l’ottenimento dei ricavi.

    Il ciclo finanziario inizia con i debiti di regolamento che vengono originati dalle operazioni di acquisto dei fattori produttivi (come ad esempio beni strumentali, materie, merci, etc.) e termina con i crediti di regolamento che sono generati dalle operazioni di vendita.

    Il ciclo monetario inizia con l’uscita monetaria del pagamento degli acquisti e si conclude con l’entratata monetaria della riscossione delle vendite.

    I cicli produttivi – Cosa sono i cicli produttivi

    Al momento della sua costituzione un’impresa deve disporre dei finanziamenti iniziali che occorrono per acquistare i fattori produttivi.

    Questa esigenza deriva dal fatto che in genere gli acquisti sono effettuati prima delle vendite, quindi il sostenimento dei costi precede il conseguimento dei ricavi e le uscite connesse agli investimenti precedono, di norma, le entrate derivanti dai disinvestimenti:

    Dato che le operazioni aziendali si concatenano e si accavallano el tempo il processo si autoalimenta in un susseguirsi di cicli tecnici economici, finanziari e monetari che si intersecano tra loro.

    Il ciclo tecnico comincia con la combinazione dei fattori produttivi per dare inizio al processo di trasformazione fisica o economica e si conclude con l’ottenimento dei prodotti o con la prestazione dei servizi.

    Il ciclo economico ha inizio con il sostenimento dei costi di acquisto, quando, con le operazioni di investimento, i mezzi finanziari si trasformano in fattori produttivi: termina con l’ottenimento dei ricavi, quando, con le operazioni di disinvestimento, beni e servizi si ritrasformano in mezzi finanziari.

    Il ciclo finanziario ha inizio con i debiti di regolamento che vengono originati dalle operazioni di acquisto dei fattori produttivi (beni strumentali, materie, energie, etc.) e termina con i crediti di regolamento che sono generati dalle operazioni di vendita.

    Poiché i costi sono misurati dai debiti di regolamento (debiti verso fornitori) e i ricavi dai crediti di regolamento (crediti verso clienti), il più delle volte il ciclo economico e il ciclo finanziario coincidono per durata pur rappresentando due aspetti diversi della gestione.

    L’acquisto dei fattori produttivi determina il sorgere di debiti di regolamento; se gli acquisti sono pagati per pronta cassa i debiti si estinguono immediatamente e contemporaneamente si hanno delle uscite di denaro.

    Analogamente, le vendite di beni e servizi generano dei crediti di regolamento; se le vendite soo riscosse per pronta cassa, i crediti si estinguono immediatamente e contemporaneamente si hanno delle entrate di denaro.

    Il ciclo monetario ha inizio con l’uscita monetaria relativa al pagamento degli acquisti e si conclude con l’entrata monetaria relativa alla riscossione delle vendite.

    Il ciclo economico e il ciclo monetario coincidono nei casi in cui acquisti e vendite sono effettuati per pronta cassa. Non coincidono quando i pagamenti sono anticipati o posticipati rispetto al passaggio di proprietà oppure alla consegna dei beni o alle prestazioni di servizi.