I figli naturali – Chi sono i figli naturali

I figli naturali son quelli nati da persone tra loro non coniugate e possono essere riconosciuti da uno o da entrambi i genitori.

Il rapporto di filiazione naturale nasce con l’atto di riconoscimento che può essere compiuto da uno o da entrambi i genitori. Si tratta di un atto solenne e irrevocabile, di natura personalissima, che può essere compiuto con l’atto di nascita (denuncia ce può essere fatta all’ufficio anagrafico del Comune o direttamente in ospedale), oppure tramite testamento o con una dichiarazione resa a un pubblico ufficiale.

Ai sensi dell’articolo 261 del codice civile, con il riconoscimento il genitore assume nei confronti del figlio gli stessi obblighi e gli stessi  diritti che egli ha nei confronti dei figli legittimi.

I figli naturali che siano riconosciuti da entrambi i genitori acquistano il cognome del padre, altrimenti acquistano il cognome del genitore che li ha riconosciuti per primo.

I figli naturali, equiparati dalla legge ai figli legittimi, possono acquistare lo status di figli legittimi attraverso la legittimazione, che può avvenire tramite il matrimonio dei genitori o per provvedimento dell’autorità giudiziaria.

Dopo il matrimonio dei suoi genitori il bambino acquista la posizione di figlio legittimo.

La legittimazione giudiziale può operare nel caso in cui sia impossibile matrimonio dei genitori, come nel caso in cui di loro sia morto.

Il figlio che non sia stato riconosciuto, purché maggiorenne, può in qualsiasi momento chiede ad un giudice la dichiarazione di paternità e di maternità naturale, fornendo qualsiasi elemento di prova che possa rivelarsi utile.