La guerra civile spagnola – Cos’è la guerra civile spagnola

In Spagna la crisi del 1929 fece crollare la dittatura di Primo de Rivera e la stessa monarchia.

Alle elezioni di Febbraio 1936 ottenne la maggioranza il Fronte popolare, formato da socialisti, comunisti, anarchici e repubblicani, questi ultimi rappresentati della borghesia progressista. La presenza nel Fronte di correnti estremistiche suscitò enorme paura presso l’aristocrazia, l’alta borghesia, la Chiesa cattolica e tutte le forze della Destra. Queste reagirono con un colpo di Stato, guidato dal generale Francisco Franco e presto sfociato in una vera e propria guerra civile.

Le due maggiori dittature europee fecero pervenire aiuti al generale ribelle: Mussolini inviò oltre 50.000 volontari. Hitler, oltre che denaro, mandò una squadriglia aerea, che si rese tristemente famosa per il bombardamento e la distruzione di intere città.

Solo l’URSS fornì materiale bellico e favorì l’invio di Brigate internazionali di volontari. Questa differenza di aiuti fu un elemento decisivo per le sorti della guerra, si concluse con la vittoria del generale Franco.