Le operazioni di investimento e disinvestimento – Informazioni sulle operazioni di investimento e disinvestimento

Le operazioni di investimento danno luogo a uno scambio tra un flusso reale in entrata di beni, servizi e lavoro con un flusso finanziario in uscita di denaro o di sostituti del denaro. L’impresa acquista beni e servizi da altre imprese (ovvero i fornitori) e prestazioni di lavoro del proprio personale dipendente, pagando i prezzi e i compensi pattuiti.

I fattori produttivi da acquistare sono:

beni strumentali (fattori produttivi a facoltà ripetuta), che sono utilizzabili più volte nel processo produttivo per periodi medio/lunghi;

beni destinati al consumo o alla vendita (fattori produttivi a fecondità semplice), che sono costituiti da beni che partecipano ad un solo processo produttivo, esaurendo la loro utilità nel momento in cui vengono impiegati;

servizi, che sono prestazioni che provengono dell’attività produttiva di altre imprese;

energie lavorative, che sono le attività prestate dai lavoratori dipendenti legate all’impresa da contratti di lavoro subordinato.

Le operazioni di disinvestimento danno luogo a uno scambio, di segno inverso rispetto a quelle di investimento, tra un flusso finanziario di entrata e un flusso reale in uscita.

L’impresa vende ai propri clienti prodotti, merci, servizi o beni strummentali che non ritiene di utilizzare più nel processo produttivo, ottenendo in cambio la disponibilità di nuovi mezzi finanziari.

I capitali ottenuti con i finanziamenti, trasformatisi in beni e servizi attraverso gli investimenti, ritornano disponibili in forma liquida per mezzo dei disinvestimenti, in una serie di cicli che si ripetono per l’intera vita dell’impresa.