Materie Scolastiche

    Materiale e informazioni su qualsiasi materia scolastica

    Visualizza gli articoli pubblicati in data giugno 8, 2014

    Le operazioni di disinvestimento – Informazioni sulle operazioni di disinvestimento

    Le operazioni di disinvestimento danno luogo a uno scambio, di segno inverso rispetto a quelle di investimento, tra un flusso finanziario di entrata e un flusso reale in uscita.

    L’impresa vende ai propri clienti prodotti, merci, servizi o beni strummentali che non ritiene di utilizzare più nel processo produttivo, ottenendo in cambio la disponibilità di nuovi mezzi finanziari.

    I capitali ottenuti con i finanziamenti, trasformatisi in beni e servizi attraverso gli investimenti, ritornano disponibili in forma liquida per mezzo dei disinvestimenti, in una serie di cicli che si ripetono per l’intera vita dell’impresa.

    Le operazioni di investimento – Informazioni sulle operazioni di investimento

    Le operazioni di investimento danno luogo a uno scambio tra un flusso reale in entrata di beni, servizi e lavoro con un flusso finanziario in uscita di denaro o di sostituti del denaro. L’impresa acquista beni e servizi da altre imprese (ovvero i fornitori) e prestazioni di lavoro del proprio personale dipendente, pagando i prezzi e i compensi pattuiti.

    I fattori produttivi da acquistare sono:

    beni strumentali (fattori produttivi a facoltà ripetuta), che sono utilizzabili più volte nel processo produttivo per periodi medio/lunghi;

    beni destinati al consumo o alla vendita (fattori produttivi a fecondità semplice), che sono costituiti da beni che partecipano ad un solo processo produttivo, esaurendo la loro utilità nel momento in cui vengono impiegati;

    servizi, che sono prestazioni che provengono dell’attività produttiva di altre imprese;

    energie lavorative, che sono le attività prestate dai lavoratori dipendenti legate all’impresa da contratti di lavoro subordinato.

    Chi è il finanziatore – Informazioni sul finanziatore

    Il finanziatore è la persona che fornisce i capitali necessari allo svolgimento dell’attività d’impresa. Egli può:

    acquistare, durevolmente o temporaneamente la proprietà totale o parziale dell’impresa e di conseguenza partecipare al risultato della gestione; diventa proprietario se l’impresa è individuale, socio se invece è collettiva. Il proprietario o i suoi possono apportare al momento della costituzione dell’impresa i beni in natura oppure denaro liquido. Il finanziamento del proprietario o dei soci prende il nome di capitale proprio (o di apporto);

    concedere temporaneamente il capitale in prestito per periodi più o meno lunghi ricevendo come compenso un interesse; in tal caso il finanziatore diventa creditore dell’impresa e il suo finanziamento viene denominato capitale di debito.

    I finanziamenti di capitale di debito danno origine a entrate monetarie e quando sono rimborsati si hanno delle uscite monetarie.

    Le operazioni di gestione – Quali sono le operazioni di gestione

    Le operazioni di gestione sono:

    operazioni di finanziamento, attraverso le quali l’impresa si procura i mezzi finanziari detti capitali necessari allo svolgimento della sua attività. Sono operazioni tipiche della funzione finanza;

    operazioni di investimento, con cui vengono acquistati i beni strumentali, le materie prime e le merci, le prestazioni di lavoro e i servizi, utilizzando i mezzi finanziari precedentemente acquisiti. Sono operazioni che riguardano le funzioni approvvigionamenti e logistica;

    operazioni di disinvestimento, con cui vengono venduti beni. Al termine di questa fase l’impresa ritorna in possesso dei mezzi finanziari precedentemente investiti.

    Con le operazioni di finanziamento l’impresa reperisce i mezzi finanziari, indispensabili per acquistare i fattori produttivi.