Materie Scolastiche

    Materiale e informazioni su qualsiasi materia scolastica

    Visualizza gli articoli pubblicati in data ottobre 6, 2013

    Compito sulla Partita Doppia – Esercitazione sulla Partita Doppia

    L’imprenditore GIULIO BARDI nel corso del 1° trimestre, ha effettuato, tra le altre le seguenti operazioni:

    15/1 – Emessa fattura per vendita merce al cliente ESSEPI SPA euro 84.500. La fattura contiene anche il rimborso di spese non documentate di trasporto per euro 150,00; IVA 21%; regolamento a 30 giorni;

    20/01 – Il cliente ESSEPI SPA riscontra dei difetti qualitativi nella merce e ci restituisce merce del valore di euro 20.500. In giornata si emette nota di variazione con regolarizzazione dell’IVA.

    15/02 – Riscossa fattura dal cliente ESSEPI SPA tramite bonifico bancario, tenendo presente della nota di variazione.

    18/2 – Ricevuta fattura acquisto merci da EFFEBI SRL per euro 48.500,00, IVA 21% la fattura contiene inoltre spese documentate di trasporto per euro 300 + IVA al 21% anticipati dalla EFFEBI SRL per conto di Giulio Bardi all’autotrasportatore Rossi Valerio.

    A regolamento della fattura di cui sopra, per euro 30.000 si rilascia un assegno bancario, per la differenza mediante ri-ba a 30 giorni con addebito a interessi al tasso del 7%.

    25/2 – Emessa fattura per vendita merce al cliente ZETA SRL euro 145.200,00, IVA 21%, regolamento come segue: per euro 55.692,00 ricevendo in giornata un assegno bancario; la differenza con 2 ri-ba rispettivamente a 30 e 60 giorni con interesse al tasso del 6% addebitato in fattura.

    26/2 – Versato nel c/c l’assegno di cui sopra.

    18/3 – Pagata tramite addebito in c/c ri-ba a favore del fornitore ERREBI SRL; commissioni bancarie euro 5,00.

    24/3 – Incassata la prima ri-ba dal cliente ZETA SRL; vengono trattenute commissioni bancarie per euro 5,00.

    25/3 – Ricevuta fattura dal commercialista, che espone onorari euro 1.500,00 C.a.p. 4%, IVA 21%. In giornata si salda la fattura con assegno, al netto della ritenuta pari al 20% calcolata sull’onorario.

    28/3 – Ricevuta fattura per acquisto di mobili e arredi euro 14.540; in fattura sono addebitati anche costi di trasporto e montaggio per euro 800; IVA 21% sull’imponibile; il regolamento avviene come segue:

    - Per il 40% si richiede alla banca l’emissione di assegno circolare che viene subito consegnato al fornitore.

    - Per la differenza si rilascia un pagherò a 60 giorni senza interessi.

    16/4 – Versata tramite conto corrente la ritenuta operata al commercialista.

    PRESENTARE:

    - Le scritture in partita doppia con i relativi calcole sulle fatture.

    FACOLTATIVO:

    - Calcolare, tramite i mastrini, il debito IVA del 1° trimestre, indicando la scadenza del versamento e l’importo da versare.

    - Provare a effettuare la scrittura in partita doppia del versamento dell’IVA.

    - Presentare i mastrini dei conto crediti verso clienti e debiti verso fornitori, indicando i debiti e crediti residui.

    Compito sulla Fattura – Compito su Fatturazione

    L’azienda TOSCOCERAMICA SPA di Siena ha inviato in data 15 Marzo un’offerta di vendita di prodotti alla ditta RENZO GARUTI, commerciante di Piacenza. Il sig. Garuti, dopo aver visionato i prezzi del catalogo, in data 25 Marzo invia una conferma d’ordine dei seguenti prodotti:

    - N° 120 vasi ceramica mod. FEDRA al prezzo listino di euro 18,40 ciascuno.

    - N° 150 vassoi decorati al prezzo listino di euro 25,00 ciascuno.

    - N° 200 bicchieri di cristallo al prezzo listino di euro 12,20 ciascuno.

    IVA ordinaria 10% su vasi ceramica, 21% sugli altri prodotti.

    Condizioni contrattuali pattuite: sconto incondizionato redistribuzione 10% + 5% su tutti i prodotti.

    Consegna pronta franco destino con trasporto effettuato direttamente dal venditore con spese addebitate a forfait per euro 150,00; i vasi e i vassoi sono contenuti in scatole contenenti ciascuna 10 pezzi, i bicchieri in scatole da 20 pezzi ciascuno. Ogni scatola viene addebitata in fattura per euro 0,50; pagamento al 25% alla consegna con assegno bancario; il resto a 120 giorni con interessi al tasso annuo del 6% (metodo anno civile) inseriti in fattura.

    Il 26 Marzo il venditore invia per fax conferma d’ordine.

    Il 30 Marzo il venditore consegna la merce presso i magazzini del compratore.

    PRESENTARE la fattura immediata nella parte descrittiva e tabellare (dati mancanti a scelta) con i calcoli relativi.

    Restituzione Merci

    Restituzione Merci – Appunti su Restituzione Merci e come funziona

    Un esempio sulla restituzione merci in partita doppia:

    10 Gennaio – Ricevuta fattura per acquisto numero 500 articoli xz a 150 euro ciascuno, regolamento a 60 giorni senza interessi.

    20 Gennaio – Il cliente rileva difetti in 100 articoli e ce li restituisce.

    22 Gennaio – Si rilevano difetti su 100 articoli e si restituiscono. Si rilevano difetti su 100 articoli e si restituiscono. Si riceve nota di variazione con IVA relativa agli articoli restituiti.

    Le scritture verranno riportate in partita doppia nel seguente modo:

    DATA: 10 Gennaio

    CONTO: Merci conto acquisti

    VARIAZIONE PER DESTINAZIONE: + costi

    VARIAZIONE PER NATURA: Variazione economica negativa

    Dare: 75 000

    CONTO: Iva nostro credito

    VARIAZIONE PER DESTINAZIONE: + attività

    VARIAZIONE PER NATURA: Variazione finanziaria positiva

    DARE: 15750

    CONTO: Debiti verso fornitori

    VARIAZIONE PER DESTINAZIONE: + passività

    VARIAZIONE PER NATURA: Variazione finanziaria passiva

    Ricevuta nota di variazione

    DATA: 22 Gennaio

    CONTO: Resi su acquisti

    VARIAZIONE PER DESTINAZIONE: + Ricavi

    VARIAZIONE PER NATURA: Variazione economica positiva

    Avere: 15000

    CONTO: Iva Nostro credito

    VARIAZIONE PER DESTINAZIONE: – Attività

    VARIAZIONE PER NATURA: Variazione finanziaria negativa

    Avere: 3150

    CONTO: Debiti verso fornitori

    VARIAZIONE PER DESTINAZIONE: -P

    VARIAZIONE PER NATURA: Variazione finanziaria positiva

    DARE: 18150

    Pagamento tramite bonifico, commissioni bancarie 2,50 euro.

    DATA: 10 Marzo

    CONTO: BANCA /C

    VARIAZIONE PER DESTINAZIONE: – Attività

    VARIAZIONE PER NATURA: Variazione finanziaria negativa

    AVERE: 72600,00

    COMMISSIONI BANCARIE: + costi

    VARIAZIONE PER DESTINAZIONE: Variazione economica negativa

    DARE: 2,50

    CONTO: Debiti verso fornitori

    VARIAZIONE PER DESTINAZIONE: – Passività

    VARIAZIONE PER NATURA: Variazione finanziaria positiva

    DARE: 72602,50